Natalio Mangalavite
pianoforte


Nato a Còrdoba, Rep. Argentina il 8/1/1959.
Pianista, cantante, autore, compositore e arrangitore.
Figlio d’arte, padre e madre pianisti. Vicente Mangalavite( padre) fu anche violinista, cantante e arrangiatore vocale.
 
Studia alL Escuela de ninos cantores de Còrdoba, poi frequenta il Conservatorio provincial de Còrdoba. Perfeziona gli studi alla Escuela Canaria De Jazz  e con tanti corsi di ferfezzionamento con diverzi insegnanti.
 
Prima band musicale nel 1978 “GrupoNaturalesa” piano Fender, chitarra, batteria e basso.
Rock melodico con arrangiamenti vocali e influenze progresiv.
 
Nel 1980 crea insieme al chitarrista Jorge Nazar il gruppo “Borravino” di matrice Fusion.
 
Conosce la cantante Liliana Gimenez con la quale crea un duo molto affiatato. Decidono di partire insieme a fare musica in giro per il mondo e nel 1982 partono verso Europa facendo una prima etapa a Rio de Janeiro dove suonano in alcuni club locali. Tempo dopo arrivano a Madrid e comincia veramente l’aventura in Spagna. Vigo, Santiago di Compostela, Barcelona.
 
Di ritorno a Madrid decidono di prendere strade diverse e Natalio se dirige a Las Palmas de Gran Canaria dove studia arrangiamenti e composizione. Lavora con La Compagnia Canaria di Teatro e nel 1984 arriva a Roma città dove rimarrà fino ad oggi.
La comunità latina di Roma era molto forte in quel periodo e s’inserisce con facilità fra brasiliani e sudamericani.
Conosce Iramar Amaral cantante brasiliano con il quale collabora girando tutta Italia con alcuni spettacoli ricchi di colore, danze e ritmi del Brasil.
 
Nel 1986 al club “Talent Scout” sviluppa e scopre la strada che gli permette di lavorare in Italia nel campo di la musica pop, jazz, e la televisione.
 
Nel 1988 la prima partecipazione con “Le trombe rosse” orchestra diretta da Massimo Nunzi al programma Rai “Su la cresta del onda” .
 
Nel 1989 il primo tour con Ornella Vanoni artista con la quale collabora come pianista e arrangiatore tuttora.
 
Nel 1991 conosce Javier Girotto saxofonista argentino anche lui di Còrdoba . Suonano in duo, nel “Tercero Mundo” insieme a “El Negro” Hernandez, Marco Siniscalco, Claudio Corvini, Sergio Quarta. Latin jazz di grande potenza.
Collaborazioni con Gianni Savelli, Massimo Bottini, J. Arnold e tanti altri.
 
Comincia un periodo di lavoro televisivo più intenso, “Fantastico”, “Domenica in”, “Sarà Vero”…..
Collabora con la cantante“Tosca”, Luca Barbarossa, Fabio Concato…..e tanti altri .
Suona con L’orchestra di S. Cecilia e il gruppo vocale inglese King Singers Con il tempo sviluppa il suo modo personale di comunicare in mùsica e in collaborazione con il chitarrista Michele Ascolese registra “La vida es el arte del encuentro” disco acustico dove il tango antico diventa moderno. In collaborazione con J, Girotto registra “Colibri” con grandi riferimenti a la mùsica folcloristica argentina.
Insieme a Peppe Servillo “ Avion Travel” e J. Girotto il CD L’amico di Còrdoba dove si fonde la mùsica argentina con il sentire del sur italiano.
 
Insegna mùsica e canto a “Operazione Trionfo” Con il D.J. Pierandrea Righetti“The profesor” crea DNA e incide “Influence”, “I mercati del alba”e “Brasil air line”. Insieme a Carlos Buschini, J. Girotto, Antonello Slis, Nicola Stilo registra “Madre Tierra” Con Fabrizio Bosso, J. Girotto, L. Bulgarelli e L. Tucci incide “Latin Jazz” Tribute e Sol ( Latin mood ).
Insieme a Ornella Vanoni a collaborato dal vivo con Paolo Fresu, Roberto Gatto, Furio di Castri ed altri esponenti del jazz italiano.
 
Oggi lavora dal vivo con tante formazioni: in duo con M. Ascolese, a richiesta con coppia di ballerini. In duo con J. Girotto. In duo con Gianni Iorio al bandoneòn . In trio con Peppe Servillo e J. Girotto, in quartetto con Marco Siniscalco al basso ( Santi Greco) Martin Bruhn batteria e percussioni e G. Iorio al bandoneòn. Quintetto con F: Bosso. Con Barbara Casini. Il progetto ( Surarte ) insieme a I Solis string quartet e G. Iorio, musica del sur del mondo. Natalio Luis Mangalavite è aperto a tutte le forme musicali.
 
 



« artisti